Cison di Valmarino: Bosco delle Penne Mozze e Simon Benetton

Cison di Valmarino: Bosco delle Penne Mozze e Simon Benetton

Teatro “La Loggia”, Cison di Valmarino, 12 novembre 2017 

RICORDO DEL MAESTRO

Simon Benetton 

a cura dell’Associazione Penne Mozze e dell’Archivio Storico Simon Benetton

Nel grande piazzale insiste il monumento principale “Alle Penne Mozze”, in ferro massiccio modellato a caldo, che rappresenta simbolicamente gli Alpini dispersi e caduti in guerra. Gli stemmi scultorei delle Divisioni alpine in ferro forgiato delimitano il piazzale stesso. A lato dei sentieri che attraversano il “Bosco” si trovano altri monumenti simbolici che ricordano le varie associazioni. Ogni stele è composta da una piastra tagliata con la fiamma ossidrica in modo da evidenziare un robusto taglio segmentato; nella parte centrale emerge una croce modellata a caldo con notevole forza plastica, forma vibrante come legame di fede e di fiducia nella vita. La coordinazione e la realizzazione dell’intero complesso di singolare espressione, tipica del ferro, ha richiesto molto lavoro, sia per la particolarità del luogo, sia per l’estensione del bosco che oggi si sviluppa su un’area di 15.956 mq. L’opera prestigiosa e indelebile del maestro Simon Benetton, impreziosisce e caratterizza il “Bosco”, onora gli Alpini e offre ai visitatori l’opportunità di apprezzare il talento di un artista di prima grandezza, di elevato pensiero e di grande cuore. Un patrimonio che abbiamo il privilegio e al tempo stesso il dovere di custodire con cura. Grazie Simon, maestro d’arte e di vita.

L’Associazione Penne Mozze

Claudio Trampetti, presidente dell’associazione Penne Mozze

Il sindaco Cristina Pin e il presidente della sezione Ana di Vittorio Veneto Franco Introvigne
Il curatore Artur Valerio e Franco Introvigne, presidente Sezione A.N.A. di Vittorio Veneto

Il complesso monumentale del Bosco delle Penne Mozze che si estende nella Valle di San Daniele a Cison di Valmarino (Treviso) ai piedi delle Prealpi, è stato concepito come luogo della memoria fruibile al visitatore, con percorsi dedicati e spazi per la collocazione delle quasi duemilacinquecento stele in ferro forgiato realizzate dal maestro Simon Benetton: presenza simbolica degli Alpini caduti o dispersi in guerra, un esercito compatto che, nella quiete della valle, grida al mondo, con silenziosa forza, il suo messaggio di pace.

 

Cantano gli Alpini della Sezione di Vittorio Veneto per Simon Benetton e per tutti i “Fratelli” andati avanti, il cui ricordo è reso immortale dalle quasi 2500 stele in ferro forgiato che si trovano nel Bosco delle Penne Mozze: a loro si leva l’Inno delle Penne Mozze scritto dal maestro Efrem Casagrande.

Coro A.N.A. Sezione di Vittorio Veneto

Pubblico nel Teatro “La Loggia” a Cison di Valmarino (12.11.2017)
Poesia e Scultura di Simon Benetton

Simon Benetton, Treviso 24 ottobre 1933 – 14 ottobre 2016

3130
About The Author
Vesna Maria Brocca Musicologa, giornalista, saggista e docente. Direttore artistico dell'associazione concertistica Camellia Rubra di Montebelluna e della Casa del Musichiere di Moriago della Battaglia. Promotore artistico-culturale del Comune di Cison di Valmarino. Event Manager.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *